"PER UN PIANETA PULITO E SANO" - WORLD CLEANUP DAY 2021 - 18 e 19 Sept 2021 - NARDO' FOTO ARTE STORIA

Vai ai contenuti

"PER UN PIANETA PULITO E SANO" - WORLD CLEANUP DAY 2021 - 18 e 19 Sept 2021

BANCA SAPERI E SAPER FARE
Le Associazioni
Punto  d'Incontro-Aps di Nardò, aMare Pulito -Galatone, Galatonesi a Raccolta di Galatone
in occasione della giornata mondiale " Per Un Pianeta Pulito e Sano " conosciuto anche come World Cleanup Day 2021  hanno raccolto e differenziato i rifiuti presenti nella zona Monte Croce di Santa Maria al Bagno e li hanno consegnati alla ditta Bianco Igiene Ambientale. Il nostro intervento, fortemente voluto dal Consiglio Direttivo, e da tutti gli Associati, si è polarizzato sullo stato della zona. Lo stato di quei luoghi si è rivelato particolarmente degradato per la presenza di una enorme quantità di rifiuti in vetro, in plastica, in carta, in indifferenziato. Peraltro è stata riscontrata la presenza di due alberi da alto fusto completamente secchi e adagiati sul terreno. Per questi si è dovuto intervenire con motosega per permettere una completa rimozione ad opera della Ditta Bianco Igiene, che è stata diligentemente a fianco dei volontari per quasi tutta la mattinata, (dalle ore 8,00 in poi fino alle 14,00).     
Come Associazione Punto di Incontro-Aps ringraziamo gli associati delle altre realtà sopra citate che insieme ai nostri soci partecipanti hanno svolto le operazioni di raccolta. Grazie.




Santa Maria al Bagno, 19 Settembre 2021.

..... dal diario di Adele ....


Salviamo il Pianeta!
 
Diario di bordo del 19 settembre 2021.

 
Alle ore 9, in occasione del World Cleanup Day 2021, la più grande azione civica  mondiale che il mondo abbia conosciuto,  per pulire il mondo dai rifiuti, l'Associazione Punto d'Incontro  APS di Nardò, insieme alle Associazioni di Galatone "aMare Pulito" e "Galatonesi a raccolta",  in sintonia con il CAS Coordinamento Ambiente Salento, si sono trovate in cima a La Croce, zona bellissima e panoramica in Santa  Maria al Bagno, Nardò (LE).
Bellissima e maltrattata. Bellissima e violentata. Già, culturalmente non siamo ancora preparati al reato di tipo ambientale, è più immediato e comprensibile quello nei confronti delle persone, donne, anziani, bambini, diversi. In fondo, però, a ben vedere, il danno ambientale è quello che raccoglie tutti, perchè chi vi incorre priva chiunque del suo diritto ad avere un posto pulito dove godere dell'aria pura e della flora così bella e varia del nostro Salento, che  fanno della nostra terra uno scrigno di bellezza, una nicchia deturpata da ciò che abbiamo visto oggi,  alla ricerca dei rifiuti più disparati  che abbiamo raccolto e differenziato.
 
Ed è così che lo slogan dell' Associazione Galatonesi a raccolta "PULITO E' PIU' BELLO" è diventato  subito "INSIEME E' PIU' BELLO"...Sì, perchè una Domenica mattina di fine estate, sotto il sole ancora caldo del Sud ed uno scirocco che ottunde la mente, solo insieme si trovano la forza ed il coraggio di ripulire l'ambiente dalle scelleratezze di cittadini come noi, che usano ed abusano della casa comune senza la benchè minima forma di rispetto. Tra gli alberi di pino, gli arbusti di timo selvatico, di salvia, come investigatori con guanti, pinze e sacchi, abbiamo rovistato accuratamente e raccolto rifiuti per decine di sacchi di vario materiale che abbiamo differenziato: bottiglie di vetro, di plastica, lattine, rifiuti indifferenziati di ogni tipo, dal ventilatore ad un casco da scooter, a pezzi di eternit e ferro.
 
E' la prima volta che l'altura dove sorge la Croce, simbolo cha ha avuto per anni la funzione di guida e di protezione per i pescatori del borgo neritino, è meta di iniziative di pulizia da parte di Associazioni che si occupano dell'ambiente. E non sarà l'unica. E' necessario infatti effettuare una pulizia più approfondita, per eliminare le centinaia di cicche di sigarette che soffocano la flora, ed intervenire lungo i tornanti che conducono a questo luogo magico.
 
E' stato naturale riunirci intorno alla Croce, per una foto di gruppo, e abbiamo potuto constatare come anche questa versi in condizioni pessime: lucchetti, frasi incise, ruggine. Una struttura di circa 6 metri, in acciaio, a quattro braccia, opera dello scultore Simon Benetton di Treviso, installata nel 1976 dal Cav. del Lavoro Marcello Resta. L'attuale croce in ferro ha sostituito un grande Cristo Risorto che a sua volta sostituì una croce in legno già presente presumibilmente dalla fine dell'Ottocento. Anche qui incuria!
 
L'azione di oggi è significativa, ma non sufficiente. E'  necessaria un'azione congiunta da parte del volontariato sociale e delle Istituzioni, del tutto assenti a giudicare dal cumulo di rifiuti che si rinvengono nelle zone via via intercettate come belle dal punto di vista naturalistico, paesaggistico, artistico, ma al contempo sofferenti ed umiliate.  Non è sufficiente pulire. E' necessario educare le nuove generazioni ad avere con il proprio territorio un rapporto più umano e rispettoso, considerandolo una casa comune. Si può tranquillamente godere di un cielo stellato e di un prosecco in compagnia, senza per questo lasciare in modo indisturbato e irresponsabile i ricordi delle serate trascorse a bivaccare senza pensieri. In tale direzione vogliamo lanciare anche una sfida al mondo della Scuola. Cogliendo l'occasione dell'uscita progressiva dal lockdown e della fruizione di spazi verdi e all'aperto, auspichiamo che gli studenti, guidati dai loro docenti, dedichino un po' del loro tempo all'ambiente, facendo azioni utili di cura, salvaguardia, tutela. Al tempo stesso è necessario che le forze dell'ordine vigilino e controllino, consentendo ai villeggianti di vivere serenamente nelle proprie case, e proteggendo la natura da offese continue.
 
L'Associazione Punto di Incontro APS conferma così il suo impegno in azioni e progetti di sostenibilità ambientale, amplificando la sua presenza sul territorio e creando ponti di collaborazione con altre Associazioni che hanno a cuore la tutela del paesaggio.
 
L'ambiente è la casa comune: vivilo, amalo, curalo!
 
Le foto che seguono testimoniano la folta partecipazione delle Associazioni e l'organizzazione efficace del lavoro svolto. Ne siamo fieri.


            puntoincontro.aps@gmail.com                       C.F. 93150460751
L’Associazione Punto di Incontro Aps , senza scopi di lucro, si è costituita il 24 Settembre 2019, ottenendo il riconoscimento ufficiale da parte della Regione Puglia, con la relativa iscrizione al Registro Regionale delle Associazioni di Promozione Sociale - RUNTS -   al numero 430/LE avvenuta in data 01 Dicembre 2020.
73048 - Nardò - Via Seminario, 3





Torna ai contenuti